Escursioni per le scuole

Geoturismo - Evoluzione del fiume Simeto

Il fiume Simeto, con i suoi 113 Km, rappresenta un'importante area naturalistica dove trovano rifugio avifauna stanziale e migratoria, sede di nidificazione di specie in via di estinzione e caratterizzata dall'alternanza della macchia mediterranea con la vegetazione fluviale e dunale.
Il geopercorso, si snoda attraverso punti di osservazione (PO) raggiungibili con spostamenti in pullman:
PO 1 Cantera (Bronte); PO 2 Forre laviche (Adrano); PO 3 Ponte dei Saraceni (Adrano); PO 4 Ponte Barca (Paternò); PO 5 Foce del Simeto (Catania).  
Distanza-> 3 Km
Tempo di percorrenza-> 3 ore 
Dove-> Bronte, Adrano, Paternò, Catania
Difficoltà-> facile

Tra mare e fiume: il delta del Simeto

La Riserva Naturale Orientata "Oasi del Simeto" è una zona umida di primaria importanza rappresentando un'area di sosta per l'avifauna in migrazione e un punto di nidificazione per quella stanziale. Lungo l'argine si assiste al progressivo passaggio da macchia mediterranea a vegetazione fluviale e successivamente dunale. L'azione del vento determina la formazione di affascinanti formazioni sabbiose tra le quali sopravvive la preziosa vegetazione psammofila. Dalla spiaggia è raggiungibile la "vecchia" foce del Simeto tuttora attiva. La scolaresca avrà a disposizione binocoli e materiale informativo.
Distanza-> 2,8 Km
Tempo di percorrenza-> 3 ore
Dove-> Oasi del Simeto - Catania
Difficoltà-> facile

Gurne, Gole e Rive del fiume Alcantara

L'Alcantara visto da tre punti d'osservazione: Gurne, Gole e Rive, ricadenti nei territori di Francavilla di Sicilia, Motta Camastra e Graniti. Le Gurne sono 16 piccoli laghi di forma rotonda con una profondità compresa tra i 5 e i 10 metri formati nel letto lavico dall'Alcantara. Il sentiero si snoda in uno dei territori più ricchi di acqua dove la lussureggiante vegetazione rende gradevole la passeggiata. Le Gole dell'Alcantara sono note per la presenza del colonnato prismatico che costituisce il suo canyon. L'escursione si conclude con una piacevole passeggiata alle Rive tra pioppi e salici.
Distanza-> 4 Km
Tempo di percorrenza-> 3 ore
Dove-> Parco fluviale Alcantara (Me) 
Difficoltà-> media

Vendicari e Isola delle Correnti

Istituita nel 1984 con lo scopo di consentire la sosta e la nidificazione dell'avifauna, la protezione della vegetazione psammofila e mediterranea e dei più famosi pantani. La storia della Riserva ha origini molto antiche essendo state rinvenute testimonianze archeologiche dell'insedimento dell'uomo fin dall'epoca greca. Il sentiero si snoda fino alla Tonnara. L'Isola delle Correnti è collegata a Portopalo da una fine lingua di pietra, incanta per la sua bellezza selvaggia e incontaminata. Per la sua posizione rappresenta una sorta di confine ideale tra lo Jonio e il Mar Mediterraneo.
Distanza-> 4 Km
Tempo di percorrenza-> 3 ore
Dove-> Vendicari (Sr)
Difficoltà-> facile

R.N.O. Pantalica e Valle dell'Anapo

Nel territorio siracusano si trova uno dei più famosi geositi siciliani: Pantalica. Seguendo il sentiero della linea ferroviaria Siracura-Vizzini, ora dismessa, tra pareti a strapiombo e una ricca vegetazione, sarà possibile ammirare l'antica necropoli. I canyon, scavati dai fiumi Calcinara e Anapo, caratterizzano la riserva naturale che dal 2005 è Patrimonio UNESCO.
Distanza-> 4 Km
Tempo di percorrenza-> 3 ore
Dove-> Sortino (Sr) 
Difficoltà-> facile

Dal Citelli alla Cubania

Tra colate laviche e un ricco bosco misto costituito da querce, faggi, pini e castagni, la passeggiata si snoda lungo un sentiero che giungerà alle case Paternò Castello, dove è predisposto un punto cottura. I canaloni lavici risalenti alla colata lavica del 1971 si alternano alle macchie boschive che accolgono una ricca fauna selvatica (volpe, istrice, gatto selvatico e numerosi passeracei e rapaci).  
Distanza-> 4 Km
Tempo di percorrenza-> 3 ore
Dove-> Etna nord 
Difficoltà-> facile

Monti Sartorius - Etna Nord

Tra i più suggestivi Sentieri Natura, il sentiero dei monti Sartorius si trova nel versante nord-est dell'Etna a quota 1660 metri slm in prossimità del rifugio Citelli. Il percorso, che si snoda ad anello, riveste eccezionale interesse sia dal punto di vista botanico che geologico. Le formazioni boschive, dalle quali emergono le betulle (Betula aetnensis), i cespi odorosi di Tanaceto e i pulvini di Spino Santo si alternano a bombe vulcaniche e all'imponente colata del 1865 dalla quale originano i Monti Sartorius (in memoria dello studioso Sartorius Von Walterhausen che fu tra i primi a riportare su cartografia le più importanti eruzioni del vulcano Etna). Possibilità di usufruire dell'area attrezzata del rifugio Citelli.
Distanza-> 4 Km
Tempo di percorrenza-> 3 ore
Dove-> Etna nord
Difficoltà-> media

La sciara dello Zappino - Etna Sud

Nel comune di Nicolosi a quota 1740 metri slm si trova il primo Sentiero Natura realizzato dal Parco dell'Etna.
Il sentiero permette di attraversare le colate più antiche e quelle più recenti (1985-2001), osservare hornitos e pietra cannone. Il sentiero si trasformerà in un vero e proprio museo all'aperto attraverso il quale verrà spiegato il fenomeno del vulcanismo e le caratteristiche del habitat vulcanico di alta quota. Il percorso prosegue poi all'interno di un bosco misto costituito da pini larici e querce con ricco sottobosco. Non è raro avvistare la volpe o vedere tracce e nidi degli animali. Seguirà visita al polo turistico Rifugio Sapienza.
Distanza-> 2 Km
Tempo di percorrenza-> 1,5 ore
Dove-> Etna sud
Difficoltà-> media

Genesi dell'Etna: da quota 0 a quota 2000

Dal mare a quota 2000 metri slm per conoscere la genesi del vulcano attivo più importante d'Europa. Il geopercorso si snoda attraverso punti di osservazione (PO) raggiungibili con spostamenti in pullman:
PO 1 Acicastello; PO 2 Acitrezza dove si trovano le "prime" colate laviche risalenti a 650.000 anni addietro; PO 3 Zafferana Etnea dove si trovano le prime formazioni coniche generate da eruzioni centrali; PO 4 escursione a scelta tra: Monti Sartorius (4 Km, territorio di Linguaglossa, Etna Nord) e Monte Nero degli Zappini (4 Km, territorio di Nicolosi, Etna Sud).
Distanza-> 4 Km (riferito all'escursione del PO4)
Tempo di percorrenza-> 3 ore (riferito all'escursione del PO4)
Dove-> Etna sud o Etna nord (in base alla scelta della Scuola)
Difficoltà-> media